Laboratorio Regionale di Prevenzione Oncologica

Il Laboratorio Regionale di Prevenzione Oncologica di ISPO nasce nel 2014 dalla fusione del Laboratorio di Citologia Analitica e Biomolecolare e del Laboratorio di Citopatologia.

Questa integrazione si è resa necessaria per rispondere alle nuove esigenze di passaggio dal Pap test al test HPV come screening primario per il cancro della cervice uterina e dalla conseguente centralizzazione presso il Laboratorio di ISPO di tutti gli esami HPV e Pap test dei programmi di screening della Regione Toscana.

L’individuazione di un laboratorio di riferimento regionale deputato a centralizzare l’esecuzione dei test HPV e dei Pap test di screening garantirà i massimi standard di qualità ottimizzando i volumi di attività e contenendo i costi di esercizio.

La progressiva implementazione del programma di screening HPV primario nell’intero territorio regionale attraverso il Laboratorio Regionale di Prevenzione Oncologica permette inoltre di evitare iniziative non coordinate con il progetto regionale stesso, nel rispetto del principio di appropriatezza e razionalizzazione dell’uso delle risorse.

La riorganizzazione del Laboratorio ha previsto l’attivazione di un settore di diagnostica molecolare dedicato alla gestione ed esecuzione del test HPV primario.

Anche nella ricerca di sangue occulto nelle feci, eseguita nell’ambito di programmi di screening per la prevenzione dei tumori colorettali, il Laboratorio assumerà in prospettiva una valenza di area vasta al fine di ottimizzare la qualità e l’uniformità del processo analitico.